SearchEsegui ricerca

 

 

Corporate Governance

Statuto SCF, Codice etico, Modello di organizzazione, gestione e controllo.

Corporate Governance

Assemblea

L’Assemblea è competente a deliberare, in sede ordinaria e straordinaria sulle materie alla stessa riservate dalla legge e dallo Statuto.

Consiglio di Amministrazione

Il Consiglio di Amministrazione è investito dei più ampi poteri di straordinaria e ordinaria amministrazione della società, ed ha le facoltà di compiere tutti gli atti ritenuti utili ed opportuni per il raggiungimento degli scopi aziendali in armonia con le linee guida approvate dall’Assemblea dei Soci sulle materie indicate dall’art.8, paragrafo 5, lett. da a) ad e) della Direttiva 2014/26/UE.

Il Presidente del Consiglio di Amministrazione presiede le assemblee e le riunioni del Consiglio di Amministrazione, ha la rappresentanza legale della società di fronte ai terzi ed in giudizio, potendo altresì rilasciare procure speciali. In sua assenza o impedimento provvedono anche disgiuntamente i Vicepresidenti.

Collegio sindacale

Il Collegio sindacale, composto da tre revisori effetti e due supplenti, vigila sull’osservanza della legge e dello Statuto sul rispetto dei principi e della corretta amministrazione e, in particolare sull’adeguatezza dell’assetto organizzativo, amministrativo e contabile adottato dalla società e sul suo corretto funzionamento.


Documenti istituzionali

Elenco imprese che svolgono attività di intermediazione dei diritti connessi 

SCF è presente nell’elenco delle imprese che svolgono attività di intermediazione dei diritti connessi al diritto d’autore, pubblicato sul sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per l’informazione e l’editoria ai sensi dell’art. 3 del D.P.C.M. 19 dicembre 2012 (“Individuazione, nell’interesse dei titolari aventi diritto, dei requisiti minimi necessari ad un razionale e corretto sviluppo del mercato degli intermediari dei diritti connessi al diritto d’autore di cui alla legge 22 aprile 1941, n. 633 e successive modificazioni”) e dunque risulta possedere i requisiti minimi per operare come ente di gestione collettiva dei diritti connessi.