SearchEsegui ricerca

 

 

Convenzione CEI - SCF 2017: adesione enti ecclesiastici

Le parrocchie e gli enti ecclesiastici che utilizzano musica registrata, grazie al rinnovo della Convenzione CEI - SCF, usufruiscono di agevolazioni nella determinazione del compenso dovuto ai produttori discografici e agli interpreti dell’incisione.

Convenzione CEI - SCF 2017: adesione enti ecclesiastici

I diritti connessi sono dovuti non solo quando l’uso di musica registrata avviene con finalità di lucro, ma anche quando tale finalità è assente (musica d’ambiente, in occasione di eventi gratuiti, incontri in ambito parrocchiale…).  I diritti connessi, che si affiancano a quanto dovuto a SIAE a beneficio degli autori delle composizioni musicali, non sono dovuti solo quando vi è esecuzione di musica dal vivo.

La Convenzione CEI – SCF consente alle parrocchie che utilizzano apparecchi radio e/o televisivi, cd, dvd, audiocassette, mp3 per diffondere musica in pubblico, di aderire a una delle due vantaggiose proposte di Abbonamento:

  • Annuale:  € 108 (IVA inclusa), per utilizzare musica registrata nel 2017
  • Triennale: € 162, per l’utilizzo fino al 31 dicembre 2019.

L’abbonamento copre tutte le forme di utilizzo del repertorio musicale di SCF (oltre 20 milioni di brani, dai grandi classici, alle ultimissime hit nazionali e internazionali) nell’ambito delle attività della parrocchia, compreso il bar di pertinenza dell’oratorio, con la sola esclusione delle attività caratterizzate da scopo di lucro (che richiedono una licenza ad hoc).

Abbiamo recentemente inviato a tutte le parrocchie oltre al bollettino annuale anche quello triennale che, a fronte del pagamento anticipato, offre un notevole sconto e semplifica i pagamenti. In caso non abbiate ricevuto il bollettino, o per ogni ulteriore informazione: