SearchEsegui ricerca

 

 

L'ente di promozione sportiva "US ACLI" firma un accordo con SCF per la diffusione di musica registrata nelle associazioni sportive

Milano, 21/04/2015 - L’Ente di Promozione Sportiva “US Acli” ed SCF (Consorzio dei fonografici, che gestisce in Italia la raccolta e la distribuzione dei compensi dovuti ad artisti e produttori discografici, per l’utilizzo in pubblico di musica registrata, come stabilito dalle direttive dell’Unione Europea e dalla legge sul diritto d’autore) hanno siglato una convenzione finalizzata a consentire la diffusione di musica registrata all’interno delle associazioni sportive, nel  rispetto della regolamentazione in materia di diritto d'autore.

La  convenzione permette alle associazioni e alle società sportive dilettantistiche affiliate US ACLI, di regolarizzare la propria posizione beneficiando di condizioni particolarmente vantaggiose per la diffusione al pubblico di musica nelle strutture sportive e in occasione di eventi come ad esempio: corsi, saggi e gare.

Il recente accordo prevede che, quelle associazioni affiliate US ACLI che decideranno (30 giugno 2015) di avvalersi della convenzione per sottoscrivere la licenza dedicata, potranno usufruire del catalogo SCF, che attinge ad oltre 20 milioni di brani di alta qualità e corrisponde quasi alla totalità del repertorio musicale nazionale ed internazionale prodotto in Italia. 

"Arricchire le strutture e i tanti eventi sportivi, con musica di buona qualità, rende gli  ambienti più coinvolgenti, il che mi sembra possa agevolare e aiutare l'operare degli addetti al settore, degli atleti e degli amanti dello sport. Siamo molto lieti quindi, di poter offrire ai nostri associati la possibilità di avvalersi dei vantaggi previsti dalla sottoscrizione della licenza SCF" -  Ha affermato‎ Marco Galdiolo, Presidente Nazionale di US Acli.

Il Presidente SCF, Enzo Mazza, ha affermato in merito all'accordo: "E' importante concludere tali accordi con gli operatori attivi nel settore sportivo, per sensibilizzare l'intero ambito di riferimento ad una maggiore tutela di produttori e artisti musicali".