SearchEsegui ricerca

Pirateria: entra in vigore il nuovo regolamento AGCOM

Le fasi operative previste dal Regolamento a tutela del diritto d'autore e dei diritti connessi.

Il 31 Marzo 2014 è entrato in vigore il Regolamento messo a punto dall’ AGCOM (l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) in materia di tutela del diritto d’autore e dei diritti connessi.
Il Regolamento promuove lo sviluppo dell’offerta legale di opere digitali e l’educazione alla loro corretta fruizione; definendo le procedure volte all’accertamento da parte dell’Autorità e alla cessazione delle violazioni.

L’intervento da parte dell’Autorità ha luogo solo sotto esclusiva segnalazione del titolare del diritto, il quale può richiedere direttamente all’AGCOM la disabilitazione dell’accesso ai contenuti illeciti ove il relativo server sia posto all’estero, oppure qualora il server si ubichi su territorio nazionale, richiedere la rimozione selettiva dei contenuti.

Una volta avvenuta la segnalazione, esclusivamente da parte dei titolari del diritto, l’Ufficio può anche rifiutarla.
In questo caso le motivazioni apportate vengono categorizzate in: irricevibile, se la segnalazione risulta povera di informazioni essenziali, improcedibile, se è già in atto un procedimento per gli stessi da parte dell’autorità giudiziaria, inammissibile, se la segnalazione risulta estranea all’ambito di applicazione del regolamento, oppure manifestamente infondata.

Il fine ultimo dell’Autorità non è limitare la libertà degli utenti finali, ma limitare l’accesso a contenuti ove ci sia una provata violazione della legge sul diritto d’autore, concentrando la propria azione sui provider dei servizi di hosting.
I fruitori dei servizi online non saranno quindi oggetto di alcuna azione, ciò per non inibire l’utilizzo dei servizi peer to peer legali.
 

Per maggiori informazioni vistate il sito https://www.ddaonline.it/