SearchEsegui ricerca

Gestione dei diritti

SCF gestisce i diritti relativi alla diffusione in pubblico di musica registrata

SCF provvede alla raccolta e alla ripartizione del compenso per il diritto di copia privata.

Ciò avviene comunemente nelle seguenti situazioni:

  • trasmissioni radiofoniche e televisive;
  • trasmissioni via satellite;
  • attività che utilizzano musica a scopo di lucro (es. le discoteche, sfilate di moda, corsi di fitness);
  • attività per le quali la musica costituisce un elemento di valore aggiunto al business, (es. ambienti aperti al pubblico che diffondono musica di sottofondo).

SCF gestisce inoltre i diritti legati alle nuove forme di utilizzo di musica attraverso internet e le nuove tecnologie:

  • Simulcasting: la ritrasmissione via internet delle trasmissioni radiofoniche e/o televisive, in contemporanea con la diffusione via etere;
  • Webcasting: la possibilità di ascoltare musica via internet secondo le diverse modalità, più o meno interattive, dalla messa a disposizione di registrazioni musicali su internet per il solo ascolto di un palinsesto (es. web radio e webtv),  alla possibilità di ascoltare singole registrazioni on demand;
  • Downloading: la possibilità di prelevare dalla rete un file, per trasferirlo su un qualsiasi tipo di memoria di massa;
  • Mobile casting: ogni altra forma di utilizzo di musica registrata attraverso reti TLC e, in particolare, tramite telefoni cellulari.

SCF provvede, infine, alla raccolta e alla ripartizione del compenso per il diritto di copia privata, raccolto in via esclusiva da SIAE e da questa distribuito alle categorie dei beneficiari (nel nostro caso, produttori discografici e artisti) attraverso le organizzazioni che li rappresentano (SCF, AFI e Audiocoop).

Chi non aderisce a nessuna delle suddette organizzazione può rivolgersi alla Commissione per la gestione dei diritti di copia privata.