SearchEsegui ricerca

Siglato l'Accordo tra Lega Serie A ed SCF per la diffusione di musica negli stadi

L'accordo copre tutti gli eventi e competizioni sportive organizzate dalla Lega Serie A e dalle società ad essa associate

 

 

 

Siglato l'Accordo tra Lega Serie A ed SCF per la diffusione di musica negli stadi
Notizie

Milano, 21 Gennaio 2015 – La Lega Nazionale Professionisti Serie A e SCF (Consorzio dei fonografici, che gestisce in Italia la raccolta e la distribuzione dei compensi dovuti ad artisti e produttori discografici, per l’utilizzo in pubblico di musica registrata, come stabilito dalle direttive dell’Unione Europea e dalla legge sul diritto d’autore), hanno siglato un accordo che consente la diffusione di musica in occasione di tutte le competizioni e gli eventi sportivi organizzati dalla Lega e/o dalle società calcistiche associate e che quindi copre formalmente ogni utilizzo di fonogrammi musicali.

Il recente accordo prevede che in tutti gli eventi delle competizioni organizzate dalla Lega (Serie A TIM, TIM Cup, Supercoppa TIM e competizioni Primavera TIM) o dalle società associate sia possibile usufruire del catalogo musicale SCF, che attinge ad oltre 20 milioni di brani di altissima qualità ed equivale alla quasi totalità del repertorio musicale nazionale e internazionale prodotto in Italia.

“Grazie a questo accordo tra Lega Serie A e SCF, negli stadi di Serie A TIM i nostri tifosi potranno continuare a vivere un’esperienza entusiasmante, fatta non solo di grandi momenti sportivi ma anche di un intrattenimento musicale che speriamo diventi sempre più ricco e coinvolgente, nel pieno rispetto delle normative comunitarie e nazionali”, ha dichiarato Maurizio Beretta, il Presidente della Lega Serie A.

Il Presidente SCF, Enzo Mazza, ha affermato in merito all'accordo: "Siamo estremamente soddisfatti per aver siglato un accordo con un così importante soggetto che opera in ambito calcistico a livello nazionale, speriamo che questo sia d'esempio per i tanti operatori attivi in questo settore e conduca ad una maggiore apertura verso la tutela di produttori e artisti musicali".

Tale accordo consente alla Lega e alle società associate di assolvere totalmente ai doveri previsti dalla legge in caso di diffusione musicale, e le libera quindi da ogni onere di pagamento.