linkedin Ita  |  Eng

MENU

Playlist dei marchi moda su Spotify

18 maggio 2022

Elle ha pubblicato un articolo in cui Anna Carla Zucca spiega perché sempre più brand stanno lanciando playlist su Spotify.

Image

L’autrice, dopo aver ricordato il legame indissolubile tra moda e musica, ragiona su come sta evolvendo tale rapporto. La pandemia ha accelerato la diffusione delle sfilate online e l’utilizzo dei servizi streaming per condividere playlist.

“Parliamo dei motivetti orecchiabili sentiti nello store di H&M, così come della colonna sonora dell'ultima sfilata Prada, dal fast fashion al lusso, la moda comunica attraverso le cuffiette. Gli esempi di profili di brand su Spotify sono moltissimi e, pur avendo follower solo nell'ordine delle poche migliaia, è un mercato che tutti vogliono ampliare”.

Tra gli esempi citati da Anna Carla Zucca i pionieri Alexander McQueen e Dries van Noten, Gucci che si racconta anche con i Podcast, Prada che si affida alle compilation tematiche, Mango e Balenciaga che fanno comporre la playlist ai loro testimonial, o partner.

Le conclusioni ribadiscono ancora una volta l’importanza della musica nelle strategie di marketing e la sua capacità di coinvolgere, persuadere, fidelizzare.  

“Una diffusione capillare della musica serve per raccontare più intensamente l'anima del brand, ma anche far sentire le persone parte di quel brand. A differenza della musica suonata in passerella, Spotify ha il vantaggio di creare una rete sociale che non per forza veste, ma sicuramente pensa e ascolta, insieme alla sua maison di moda preferita”.

Fonte: Elle

Spotify – Istruzioni per l’uso

Ricordiamo che Spotify è un servizio di musica in streaming BtoC, diretto a consumatori diversi da attività commerciali e pertanto NON può essere utilizzato per diffondere i brani del catalogo SCF all’interno di attività commerciali come negozi, ristoranti, bar, palestre…

Se vuoi diffondere un palinsesto personalizzato funzionale alla tue esigenze commerciali e pensato per il tuo pubblico di riferimento, oltre a verificare di essere in regola con il pagamento dei diritti SCF e SIAE, ti consigliamo di rivolgerti a un Music Provider in possesso della Licenza SCF.

La Licenza SCF abilita i Music Provider a fornire servizi musicali su misura (Instore Radio/Tv, Brand Radio/Tv) nel rispetto del Diritto d’Autore (L. 633/1941, art. 72, lett. a).

Leggi anche
Sfilate moda
30/08/2017
Sfilate moda
La colonna sonora che accompagna una sfilata ricopre un ruolo cruciale, evidenziando i concetti chiave che ispirano la collezione e dettando letteralmente il ritmo, sia di esecuzione che di fruizione.